Blog: http://DesperateBlog.ilcannocchiale.it

"Signora Franca"

Quando la signora Franca esterna, le agenzie di stampa si infiammano, il dibattito si scatena e le sue frasi restano scolpite nel tempo riaffiorando a ogni piè sospinto. A cominciare da quella sulla TV: «La televisione italiana è deficiente», disse la “signora Franca” (ma il suo cognome qual è?). Da allora, la nostra vita e il mondo dello spettacolo non sono più gli stessi: la signora Franca ha dato il foglio di via a tutti quelli che vogliono sparare a zero sul nostro piccolo schermo. Ora la signora Franca si è rifatta viva, infilando una doppietta. Prima frase, riportata dall’Ansa in occasione della visita dei coniugi presidenziali al museo del Palazzo Donnaregina di Napoli: «Su molte opere c'e' scritto senza titolo...», ha sottolineato la signora Franca. E ha aggiunto: «Certo non si può proprio accettare tutto. Specialmente per chi è abituato a Piero della Francesca». Come dire: sono abituata a quadri d’altro lignaggio. E ancora, qualche ora dopo, passando dall’arte alla questione meridionale, sempre sotto il cielo di Napoli: «La gente del Sud è più buona e intelligente». Parole che hanno scatenato l’ira di Roberto Calderoli, ministro leghista, offeso dalla (presunta) discriminazione della “signora Franca”. Che, ancora una volta, ha fatto esplodere il dibattito.

(Esaù)    

Pubblicato il 3/1/2006 alle 18.40 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web